Sei qui: Home Area Lavoro Cittadino Accesso al lavoro nella pubblica amministrazione (art.16 l. 56/87)

Accesso al lavoro nella pubblica amministrazione (art.16 l. 56/87)

PDF Stampa E-mail
L'avviamento a selezione, ai sensi dell'art. 16 Legge 56/87, da la possibilità di essere assunti a tempo determinato o indeterminato dalle Pubbliche Amministrazioni, per posizioni lavorative che richiedono il solo requisito della scuola dell'obbligo, senza dover sostenere concorsi pubblici, a condizione del possesso della professionalità eventualmente richiesta e dei requisiti previsti per l'accesso al pubblico impiego.

Possono partecipare tutti i cittadini italiani e UE privi di occupazione che abbiano rilasciato la Dichiarazione di disponibilità al lavoro al Centro per l'Impiego o che siano iscritti nelle liste del collocamento obbligatorio e/o nelle liste di mobilità.

Limitatamente alle occasioni di lavoro a tempo indeterminato, possono partecipare anche persone occupate in possesso dei requisiti di legge.
Le persone provenienti da Paese esterno alla Comunità Europea devono produrre la traduzione giurata del titolo di studio per comprovare l'assolvimento dell'obbligo scolastico.

Il servizio viene svolto attraverso:
• pubblicazione della richiesta dell'ente;
• raccolta delle candidature rese dagli interessati il giorno indicato nell'avviso di selezione;
• formulazione della graduatoria secondo parametri quali l'anzianità di disoccupazione, carico familiare ed età anagrafica;
• trasmissione della graduatoria all'Ente per la convocazione della prova selettiva.

I criteri che concorrono alla formazione delle graduatorie riguardano: anzianità di disoccupazione (fino a un massimo di 24 mesi), carico familiare, età anagrafica.

La domanda va presentata dal diretto interessato, non sono ammesse deleghe.

La graduatoria viene usata anche al fine di sostituire i candidati che abbiano rinunciato all'assunzione .
Chi rinuncia senza giustificato motivo non potrà partecipare per tre mesi ad altre chiamate a selezione e perde lo stato di disoccupazione. I lavoratori risultanti inidonei non potranno partecipare ad altre selezioni per tre mesi.
 

Navigando in questo sito accetti l’uso di cookie utilizzati in modo anonimo ai fini del tracciamento e del rilevamento statistico .