Sei qui: Home Eventi e News Programma di inserimento LSU presso il Tribunale di Milano

Programma di inserimento LSU presso il Tribunale di Milano

PDF Stampa E-mail
La Provincia di Milano ha sottoscritto alcune convenzioni con gli Uffici Giudiziari del Tribunale di Milano, in merito all'inserimento di 140 posizioni lavorative in qualità di Lavoratori Socialmente Utili (LSU). La fonte normativa di riferimento è il D. Lgs 468/97

Gli Uffici interessati sono: Tribunale Ordinario, Corte d'Appello, Procura Generale della Repubblica, Procura della Repubblica, Giudice di Pace.

La prestazione lavorativa richiesta prevede un orario settimanale pari a 36 ore, per un periodo di sei mesi, eventualmente prorogabile per altri sei mesi. La figura del LSU in nessun modo comporta l'instaurazione di un rapporto di lavoro, né in capo al Tribunale, né in capo alla Provincia. Il lavoratore inserito continua a rimanere all'interno del suo ammortizzatore sociale (in nessun caso tale ammortizzatore viene sospeso).

I destinatari sono ammissibili nel programma soltanto se sono collocati in CIGS o in Mobilità (purchè indennizzata ai sensi della L. 223/91).
E' richiesta una copertura temporale dell'ammortizzatore almeno equivalente alla durata dell'inserimento.
I requisiti professionali richiesti sono: diploma di scuola media superiore (preferibile), esperienza nelle attività impiegatizie, preferibilmente amministrative e contabili, conoscenza di base degli applicativi informatici normalmente in uso.
La Provincia recluta i LSU interessati e li candida presso il Tribunale, il quale li convoca per un colloquio di idoneità. I candidati ritenuti idonei completano presso la Provincia gli ultimi adempimenti amministrativi e gestionali e prendono quindi possesso della posizione.

Condizioni riconosciute:

• Integrazione economica a carico della Provincia direttamente corrisposta al LSU, pari alla differenza fra il valore della retribuzione lorda mensile prevista per il livello B3 del CCNL Enti Locali. e il valore lordo mensile della indennità di CIGS/Mobilità erogata dall'INPS.
Indicativamente l'importo NETTO corrisposto al LSU oscilla attorno a € 350 mensili, su questo valore sono GIA' state applicate le ritenute IRPEF (ritenuta di acconto pari al 23% più le addizionali regionali e comunali).
• Al lavoratore viene rilasciato un cedolino mensile e un CUD a fine anno, che dovrà essere integrato con quello dell'INPS ai fini della dichiarazione dei redditi.
• E' assicurata la copertura infortunistica e per la RC per danni arrecati a terzi o a persone.
• Per malattia debitamente certificata dal medico sono riconosciuti 12 gg nel semestre, che non danno luogo a trattenute sulla quota integrata dalla Provincia.
• Per permessi sono riconosciuti 10 gg nel semestre, che non danno luogo a trattenute sulla quota integrata dalla Provincia. Le giornate non godute non possono essere cumulate nell'eventuale semestre successivo di proroga.
I permessi vanno utilizzati come giornate intere e non possono essere frazionati in mezze giornate o in ore.

Non sono riconosciuti tickets restaurant e rimborsi per i costi di trasporto.

Il lavoratore non può abbandonare per ingiustificato motivo il programma di inserimento, pena la decadenza del trattamento economico di indennità erogato dall'INPS. Sono considerati giustificati motivi: assunzione a TD/TI, grave e prolungata malattia, maternità.

L'inserimento non è prorogabile oltre il 12° mese e non darà luogo a stabilizzazioni del rapporto di lavoro in Tribunale.

 

Navigando in questo sito accetti l’uso di cookie utilizzati in modo anonimo ai fini del tracciamento e del rilevamento statistico .